L’INPS (circ. 167 del 10.11.17) ha reso operativa la decontribuzione prevista dalla Legge di Stabilità 2016 (legge n. 208/2015) per i conducenti che esercitano l’attività in ambito internazionale per almeno 100 giorni in un anno con veicoli a cui si applica il regolamento CE n. 561/2006 e muniti di tachigrafo digitale. La riduzione è pari all’80% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro esclusi i contributi INAIL.

Il beneficio è stato introdotto in via sperimentale per il triennio 2016/2018 con uno stanziamento iniziale di 65,5 milioni di euro annui. Successivamente lo stanziamento è stato ridotto a 500 mila euro per gli anni 2017 e 2018 dalla legge n. 96/2017 (manovrina correttiva alla Legge di Bilancio 2017) in base alla quale la decontribuzione si applica nei limiti massimi degli aiuti de minimis di cui al Regolamento UE n. 1407/2013 che per le imprese di autotrasporto per conto terzi non devono superare i 100 mila euro nell’arco di tre esercizi finanziari (200 mila euro per tutte le altre imprese).

In particolare l’INPS ha precisato che:

– possono fruire dello sgravio contributivo non solo le imprese di autotrasporto ma tutte le imprese private a prescindere dal settore economico o produttivo in cui operano purché effettuino trasporti internazionali;

– i datori di lavoro interessati alla decontribuzione devono inoltrare apposita istanza all’INPS attraverso la procedura denominata TRAS.INT disponibile sul sito web dell’Istituto; l’agevolazione è riconosciuta in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze ed è fruibile a partire dalla data in cui i singoli conducenti hanno raggiunto i 100 giorni di esecuzione di trasporti internazionali;

– il calcolo delle 100 giornate deve essere effettuato a partire dall’ 1 gennaio 2016 e devono essere considerate anche le giornate impiegate interamente in tratte nazionali di un trasporto internazionale nonché quelle impiegate in viaggi internazionali tra Stati diversi dall’Italia; qualora lo stesso trasporto sia effettuato da una pluralità di conducenti lo sgravio spetta per tutti i conducenti;

– il riconoscimento dell’esonero sarà subordinato al rispetto del limite di aiuti de minimis che l’INPS verificherà direttamente nel Registro nazionale degli aiuti di Stato gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico;

– una volta accolta l’istanza, lo sgravio spetta a partire dal mese successivo al raggiungimento delle 100 giornate di trasporto internazionale fino al periodo di paga di novembre 2018, ferma restando la permanenza del rapporto di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here