Con un Governo che sembra essere sempre più distante dalle problematiche pressanti del settore, l’autotrasporto potrebbe essere costretto dalla crisi dilagante, ad adottare l’unica reazione possibile: e questa reazione si chiama scontro.

Maurizio Longo, Segretario Generale di Trasportounito denuncia come sulla situazione gravissima del comparto, sia calato un totale silenzio che delude le aspettative e le speranze che erano state sollevate dopo l’incontro fra il Ministro e la rappresentanza dell’autotrasporto.

“Ma dopo quell’incontro di metà dicembre – afferma Longo – in questi mesi contrassegnati da qualche sporadica presenza di forma, qua e là, dei vertici del Ministero, le risposte e i riscontri concreti sono stati pari a zero e hanno creato una frattura probabilmente insanabile nel rapporto di fiducia fra Governo e autotrasporto”.

Secondo Maurizio Longo, “oltre a tradire le aspettative, ciò ha prodotto una frattura, che già può definirsi critica. Un’inerzia che, sommata alla flessione dell’attività e al costante incremento dei costi sta generando un cocktail esplosivo”.

Condividi:

Articoli correlat

ASSEMBLEA IMPRESE DI AUTOTRASPORTO

Pubblicato il - 20 Giugno 2018 0
“L’AUTOTRASPORTO E LE STRADE DELL’EMERGENZA, FRA CARO GASOLIO E CRITICITÀ” L’Associazione Trasportounito promuove un dibattito aperto alla categoria. Sabato 23…