Fra i diversi strumenti di accesso al credito, anche di carattere regionale, vi evidenziamo due opportunità (se si possono così definire) di ottenere prestiti fino a 25.000,00 (con garanzia MCC al 100%) oppure fino a 100.000,00 (con garanzia MCC al 90%).

Allo stato attuale sembra che le banche siano in sovraccarico di domande e quindi risulta difficile ottenere risposte rapide. Tra l’altro sono solo 23 gli istituti bancari accreditati per effettuare questo tipo di operazioni. Sembra inoltre che, se un’impresa presenta la domanda in una banca, magari inoperosa, non potrà presentare la medesima istanza in altra banca. Alcuni sostengono che se l’impresa sbaglia la compilazione della domanda oppure omette parte della documentazione ecc… non sarà possibile precedere all’integrazione/correzione dell’istanza.

Si segnala inoltre che i fondi a copertura delle richiesta non saranno sufficienti a soddisfare tutte le richieste previsti per cui i rischi di restare esclusi dal beneficio (?) è molto probabile.

E’ di fondamentale importanza anche la posizione dell’impresa nei confronti del sistema creditizio. Non deve essere segnalata (crif); l’esposizione attuale non deve essere superiore al 10% ecc…

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO:

– Importo massimo: € 25.000 (comunque non superiore al 25% del fatturato relativo all’ultimo bilancio depositato oppure all’ultima dichiarazione trasmessa);

– Durata: fino a 4 anni (con possibilità di arrivare fino a 6 anni con preammortamento di massimo 24 mesi);  – Tasso indicativo tra 1,25% e 1,50%;

– Non vi sono da sostenere spese di istruttoria;

– Non vi sono commissioni per il rilascio della garanzia.

DOCUMENTAZIONE:

– Visura camerale aggiornata agli ultimi 90 giorni;

– Carta di identità e codice fiscale dei soci (NB: nonostante la garanzia del 100%, la Banca, se i soci rilasciano a sistema garanzie, le potrebbe a sua volta richiedere);

– Ultimo bilancio depositato in caso di S.r.l. o ultimo modello Unico (o modello SP) in caso di società di persone, completo di Irap e ricevute di trasmissione;

– Bilancio provvisorio 2019 (il più aggiornato possibile);

– Modello All. 4-bis ai fini della richiesta MCC compilato, timbrato e firmato;

– Dichiarazione su carta intestata aziendale circa i danni subiti dal Covid-19 od una breve relazione sulle motivazioni sottostanti alla richiesta.

NOTE IMPORTANTI:

  1. ogni società può inoltrare una sola richiesta per tale finanziamento al sistema bancario;
  2. il tasso di interesse deve essere inferiore a quello pubblicato dalla Banca d’Italia che attualmente sembra essere dell’8,64%;
  3. il costo dell’operazione a favore delle banche nei 6 anni considerati è di circa 585,00 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here