Dall’1 luglio 2018 i datori di lavoro dovranno versare le retribuzioni ai lavoratori esclusivamente attraverso sistemi tracciabili (bonifici, strumenti di pagamento elettronici, assegni) e non potranno più corrispondere la retribuzione in contanti. La sanzione prevista in caso di violazione va da 1.000 a 5.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here