Nel decreto legge 193, collegato alla Legge di Stabilità 2017, è stata prevista la chiusura d’ufficio delle Partite IVA dei soggetti che non risultano aver esercitato, nelle tre annualità precedenti, attività d’impresa ovvero attività artistiche o professionali, fatti salvi i poteri di controllo e accertamento in capo all’Agenzia delle Entrate.

Di conseguenza, se la disposizione legislativa sarà confermata in sede di approvazione, verranno eliminate le sanzioni previste per la mancata presentazione della dichiarazione di cessazione di attività a fini IVA.

Condividi:

Articoli correlat

REVISIONE VEICOLI

Pubblicato il - 8 Maggio 2021 0
Nel decreto proroghe (D.L. 56/2021) è stata differita al 31 dicembre 2021 (in precedenza 31 marzo 2021) la possibilità che…

TACHIGRAFO E ATTRAVERSMAENTI DI FRONTIERA

Pubblicato il - 5 Dicembre 2022 0
In caso di attraversamento di frontiera, solo dopo aver attraversato la stessa, il conducente all’inizio della prima sosta, deve indicare…

LE REGOLE PER LA PENSIONE

Pubblicato il - 17 Gennaio 2017 0
La legge di stabilità 2017 ha introdotto alcune importanti novità relative all’età per andare in pensione. Il nuovo meccanismo, denominato…

DECONTRIBUZIONE SUD

Pubblicato il - 31 Ottobre 2020 0
Ottenuto il via libera dalla Commissione europea, l’INPS ha dettato le istruzioni operative per fruire dell’esonero contributivo parziale (pari al…