Nel decreto legge 193, collegato alla Legge di Stabilità 2017, è stata prevista la chiusura d’ufficio delle Partite IVA dei soggetti che non risultano aver esercitato, nelle tre annualità precedenti, attività d’impresa ovvero attività artistiche o professionali, fatti salvi i poteri di controllo e accertamento in capo all’Agenzia delle Entrate.

Di conseguenza, se la disposizione legislativa sarà confermata in sede di approvazione, verranno eliminate le sanzioni previste per la mancata presentazione della dichiarazione di cessazione di attività a fini IVA.

Condividi:

Articoli correlat

TRACCIABILITA’ DEL PAGAMENTO DEGLI STIPENDI

Pubblicato il - 8 Gennaio 2018 0
Dall’1 luglio 2018 i datori di lavoro dovranno versare le retribuzioni ai lavoratori esclusivamente attraverso sistemi tracciabili (bonifici, strumenti di…

DECONTRIBUZIONE DEI PREMI DI RISULTATO

Pubblicato il - 18 Maggio 2017 0
Con la “manovrina correttiva” alla legge di bilancio è stata reintrodotta, seppure nei confronti di una platea più ristretta di…