L’Agenzia delle Entrate ha sostenuto che in assenza di una specifica disposizione legislativa, che escluda la rilevanza ai fini delle imposte sui redditi, occorre far riferimento ai principi ordinari e quindi i ristori ricevuti dalle imprese per il Ponte Morandi sono soggetti a tassazione. Trasportounito ribadisce che trattandosi di una tragedia che ha, fra l’altro, compromesso i bilanci delle imprese, siamo in presenza di una effettiva valenza di sostegno all’economia reale per la quale l’escusione dalla tassabilità è mera questione di tecnica legislativa.

ItaliaOggi Ponte Morandi_Ristori 18_02_21

Condividi:

Articoli correlat

ENERGY MANAGER: NOMINA ENTRO IL 30 APRILE

Pubblicato il - 20 Aprile 2017 0
Entro il 30 aprile p.v. le imprese energivore devono comunicare alla FIRE (Federazione Italiana per l’uso razionale dell’Energia) il nominativo…

EMERGENZA SANITARIA: LE DEROGHE COMUNITARIE

Pubblicato il - 22 Maggio 2020 0
Pubblicate in gazzetta le proroghe di validità dei documenti in ambito comunitario che, per quanto riguarda l’autotrasporto, comprendono: – sette…

PROROGA VALIDITA’ DOCUMENTI DI GUIDA

Pubblicato il - 8 Maggio 2021 0
Con apposita circolare il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile ha illustrato il nuovo quadro delle proroghe relative alle…