Il Consiglio di Stato ha emesso il parere definitivo sullo schema di decreto ministeriale volto a disciplinare, in attuazione dell’art.18 della legge n.84/94, la concessione di aree demaniali e di banchine in ambito portuale.

Il Consiglio di Stato pur prendendo atto delle modifiche apportate allo schema di decreto dal Ministero dei Trasporti a seguito dei rilievi formulati con il precedente parere, confermando il giudizio sostanzialmente positivo sul provvedimento in quanto va a colmare una lacuna normativa che dura da oltre venti anni introducendo sulla materia misure più incisive di trasparenza e pubblicità e uniformando un regime fino ad ora troppo rimesso alle scelte discrezionali delle singole Autorità Portuali, non si ritiene soddisfatto su un aspetto centrale dello schema di decreto riguardante la procedura per l’affidamento delle concessioni.

Secondo il Consiglio infatti non è accettabile che la procedura di assegnazione della concessione dell’area o della singola banchina muova esclusivamente dall’istanza dell’interessato, senza un atto di programmazione a monte che sfoci in un bando ed in una, seppur peculiare, procedura di gara ad evidenza pubblica per la concessione del bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here