Tra le proposte di modifica al Codice della Strada c’è anche quella di consentire agli autotreni e autoarticolati di raggiungere i 100 km orari sui tracciati autostradali. Passando quindi dagli 80 km orari consentiti oggi (art. 142 comma 3 lett.e) a 100 km orari. Ciò significa, tradotto in termini pratici, una media di 20 km di percorrenza in più ogni ora di viaggio, naturalmente su tratte non congestionate, senza contare quel minimo di tolleranza ammessa. Ma all’impatto positivo delle velocità commerciali, che ne conseguirebbero, non può mancare la riflessione sull’adeguatezza infrastrutturale e più complessivamente sui riflessi in materia di sicurezza stradale. Un adeguamento delle velocità dei mezzi pesanti, allineandone i limiti rispetto alle medie europee ci può anche stare, ma una riflessione, da parte di tutti, appare quantomeno doverosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here