LETTERA AI COMMITTENTI

In considerazione del fatto che gli interlocutori istituzionali non sono ancora fisicamente funzionali, e che l’aumento del costo del gasolio sta deprimendo i residui margini operativi delle imprese di autotrasporto, riteniamo di dover diffondere una bozza di comunicazione che l’impresa deve inoltrare alla propria committenza richiamando in essa le condizioni oggettive e normative.

Lettera committenti

Condividi:

Articoli correlat

Tir: revisioni, il costo raddoppia

Pubblicato il - 6 Aprile 2017 0
Le nuove procedure operative e informatiche per le revisioni dei veicoli industriali, che entreranno in vigore dal 3 maggio prossimo,…

TRAGEDIA SULL’A14

Pubblicato il - 7 Agosto 2018 0
Il drammatico incidente di Bologna ha messo in risalto due aspetti: tanti esperti che parlano e che dimostrano di non…

CORONAVIRUS E CROLLO DEI TRAFFICI

Pubblicato il - 17 Febbraio 2020 0
Si calcola che in Cina il Coronavirus e la coincidenza dell’epidemia con il Capodanno cinese abbia messo fuorigioco fra il…

There are 3 comments

  1. La comunicazione al committente deve prevedere il richiamo alla disposizione normativa specifica:

    il Comma 5 dell’art. 83-bis (Decreto legge n.112/2008 convertito nella Legge n.133/2008 e successive modificazioni di cui al dl 95/2012 convertito nella legge 135/2012) riconosce che nel prezzo del servizio di trasporto una parte è costituita dal costo del gasolio necessario ad effettuarlo.

    Considerato che la disposizione normativa è in corso di modicìfica (vedi decreto legge dei giorni scorsi) occorre anche seguirne l’iter.

Comments are closed.